Canone Rai: è previsto il carcere per chi evade. Ecco le altre novità…

La pena va da 8 mesi fino a 4 anni per coloro i quali dichiarano di non avere il televisore quando invece lo possiedono. Pene alte anche per quelli che dichiarano una residenza differente da quella reale.

0
211

Tempi duri per gli evasori del Canone Rai, infatti la nuova normativa prevede una possibile pena da 8 mesi a 4 anni di carcere per coloro i quali dichiarano di non avere il televisore ed invece lo possiedono. Possibile condanne anche per coloro i quali dichiarano una residenza diversa da quella reale.

Ma chi non ha il televisore come potrà fare richiesta di esenzione ? Si ha tempo fino al 30 aprile per compilare il modulo di esenzione del canone ed inviarlo per raccomandata all’Agenzia delle Entrate. Qualora decidiate di inviarlo direttamente online, allora la scadenza è del 10 maggio. L’eventuale esenzione sarà valida solo per il 2016, il prossimo anno dovrà essere effettuata nuovamente.

La prima rata del canone arriverà nella bolletta di luglio ed ammonterà a 60 euro mentre i restanti 40 euro (per un totale di 100 euro anziché 113,5 del 2015) saranno pagate in rate da 10 euro nelle successive bollette mensili.