Pasqua: 10 milioni di italiani in partenza, trend positivo rispetto al 2015

La stragrande maggioranza avrebbe deciso di rimanere in Italia, soltanto una piccola percentuale si recherà nelle principali capitali europee.

0
221

I dati sono stati diffusi da Federalberghi: pare che siano 9,7 milioni gli italiani che andranno in vacanza nei prossimi giorni di Pasqua e Pasquetta. Un trend piuttosto positivo visto che nel 2015 furono il 7,1% in meno. La stragrande maggioranza (circa il 93%) resterà comunque in Italia, mentre i restanti si sposteranno principalmente in Europa.

Snocciolando un po’ di dati diffusi dalla Federalberghi, per quelli che resteranno in Italia regna un certo equilibrio sulle loro mete: infatti il 29% andranno al mare, il 28% si recherà nelle città d’arte mentre il 23% avrebbe scelto le zone di montagna. Per quelli che andranno all’estero, invece, saranno le capitali Europee le mete preferite.

Pare comunque che ci sia preoccupazione per i recenti attacchi terroristici avvenuti a Bruxelles, nonostante ciò gli Italiani non avrebbero modificato le loro scelte per le vacanze pasquali. Invece la Codacons avrebbe lanciato un allarme relativo a Roma, secondo l’associazione ci sarebbero state delle disdette per paura di eventuali attentati.