Ruba ai negozi vicini e rivende le griffe

0
1469

La polizia di Milano ha scoperto una nuova maniera di truffare, ovvero un negozio vicino ad un’importante via commerciale vendeva merce rubata nei negozi vicini. Gli investigatori dell’Unità Reati Predatori della Polizia locale hanno cominciato lo scorso 5 gennaio dopo che un negozio di Corso Buenos Aires ha richiesto il loro intervento. Gli addetti alla sorveglianza infatti avevano fermato una signora che all’interno di una borsa aveva due pantaloni di una nota marca con il blocchetto antitaccheggio ancora applicato. La donna si era giustificata dichiarando di aver comprato a poco prezzo i due pantaloni in un negozietto vicino, esattamente in via Plinio. Gli agenti hanno approfondito le ricerche e, dopo aver provveduto a perquisire il negozio incriminato, hanno sequestrato 600 capi d’abbigliamento per l’ammontare di circa 25mila euro. Ad insospettire gli investigatori è stato particolarmente l’indicazione in saldo di alcuni capi della nuova collezione, di altri vestiti in vendita esclusivamente nei negozi autorizzati e la presenza di capi della collezione estiva 2017 ancora non in vendita. È stata così scoperta una rodata attività illecita ai danni di almeno 20 negozi presenti nelle vie principali e più famose di Milano e di 35 marchi di moda. Gli agenti dell’Unità Reati Predatori hanno sottoposto all’esame dell’autorità giudiziaria per ricettazione la titolare del negozio di via Plinio e stanno proseguendo alla restituzione della merce ai legittimi rivenditori. «Grazie alla collaborazione tra gli agenti e i commercianti – ha spiegato il comandante Antonio Barbato – la Polizia locale è riuscita a scoprire un commercio illegale di vasta proporzione. È la prima volta che ci troviamo ad affrontare il caso di un negozio con regolare licenza che aveva in vendita un numero così elevato di merce di provenienza furtiva. Un grande danno non solo per i commercianti, ma anche per i clienti del negozio di via Plinio che rischiavano di incorrere nel reato di incauto acquisto»