Il gatto Californian Toyger

0
515
4 T UMAX PL-II V1.5 [4]

Le sembianze del gatto Toyger ricordano molto quello della tigre e non è un caso. Questa razza molto particolare è stata selezionata da Judy Sugden all’inizio degli anni ’80, proprio per assomigliare ad una tigre ma molto più piccola.

La madre di Judy, Jean Mille, ha selezionato il Bengalese incrociando gatti domestici e gatti dal pelo maculato, e nello stesso periodo Judy ha avuto l’idea di provare a selezionare il Toyger incrociando i Bengalesi con dei gatti Mackerek Tabby. Lo scopo finale era di ottenere un animale lungo, muscoloso, con delle striature definite, dalla testa ampia e muso rotondo, piccoli occhi scattanti, orecchie tonde e piccole.

La coda è lunga e muscolosa e la rimane bassa proprio come la tigre. Da piccolo il Toyger non è striato, ma crescendo, si manifestano i segni sulla faccia e sulla testa che diventano come quelli di una vera tigre e la pancia diventa bianca.

Il gatto Toyger seppure somigli alla tigre non ne ha il carattere, anzi è un gatto assolutamente domestico, infatti ha un indole mansueta e docile. E’ adatto alle famiglie che hanno bambini e anche la presenza di altri animali non crea nessun problema. Inoltre, sono molto dolci e si affezionano al proprietario tanto che se lasciato solo soffre un po’. I Toyger sono gatti atletici, molto intelligenti e facilmente addestrabili, infatti si può insegnare al micio ad essere portato al guinzaglio. Come le tigri si divertono a giocare con l’acqua e a nuotare. Amano cacciare per cui, per evitare spiacevoli sorprese, è meglio non tenere altri piccoli animali in casa, come uccellini o criceti. Il costo di questi micioni si aggira intorno ai quattromila euro.