Papa Francesco tra acrobati e giocolieri

0
523
Pope Francis looks at a twisted balloon he was given during a performance of members of the Golden Circus in the Paul VI Hall at the Vatican at the end of his weekly general audience, 28 December 2016. ANSA/L'OSSERVATORE ROMANO +++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++

Un palloncino verde e rosso a forma di fiore, è stato donato al Papa durante l’udienza generale, da un clown. Papa Francesco ha assistito a una breve esibizione degli artisti del Golden Circus di Liana Orfei. Oltre che con il palloncino e con una colomba bianca che gli hanno poggiato su una mano, papa Bergoglio si è anche divertito a verificare che non ci fossero trucchi nel tavolino che un prestigiatore faceva levitare davanti a lui. Si sono esibiti davanti al Papa, tra gli altri, due giocolieri, quattro acrobati-contorsionisti, due equilibristi, due ginnasti. Nei saluti pubblici, il Pontefice li ha ringraziati per “la gradita esibizione” e ha commentato: “la bellezza avvicina a Dio”

Voi siete “artigiani” della festa, della meraviglia; siete artigiani del bello: con queste qualità arricchite la società di tutto il mondo, anche con l’ambizione di alimentare sentimenti di speranza e di fiducia».

La bellezza di quella che il Papa chiama «la meraviglia del bello» eleva lo spirito umano e porta ovunque l’abbraccio di Dio. Il Papa ringrazia e si congratula «perché in questo Anno Santo, avete aperto i vostri spettacoli ai più bisognosi, ai poveri e ai senza tetto, ai carcerati, ai ragazzi disagiati. Anche questa è misericordia: seminare bellezza e allegria in un mondo a volte cupo e triste» e sottolinea che «voi avete una speciale risorsa: con i vostri continui spostamenti, potete portare a tutti l’amore di Dio, il suo abbraccio e la sua misericordia. Potete essere comunità cristiana itinerante, testimoni di Cristo che è sempre in cammino per incontrare anche i più lontani», lo spettacolo viaggiante è alla portata di tutti, dice ancora Francesco, si rivolge a ciascuno, grande o piccolo e, in particolare, è una forma di intrattenimento per famiglie, strumento di socialità.

 

 
CONDIVIDI
Articolo precedenteAttenti ai morsi
Articolo successivoIl gatto Californian Toyger