Roma: sequestrato per quattro giorni dai suoi usurai ai quali non restituisce prestito

Le forze dell'ordine di Roma hanno fermato quattro persone implicate, a vario titolo, nella vicenda. L'uomo sarebbe stato portato in un bar di Nettuno

0
98

Un imprenditore di Roma è stato segregato e picchiato per quattro giorni da alcuni usurai ai quali non riusciva a restituire un prestito di qualche migliaia di euro. La vicende è accaduto qualche giorno fa, l’uomo è riuscito a liberarsi ed ha denunciato quanto accaduto alle forze dell’ordine. Le indagini hanno portato all’arresto di alcune persone.

Secondo quanto si è appreso, pare che l’imprenditore di Roma, dopo alcuni solleciti andati a vuoto, è stato prelevato dai suoi aguzzini e condotto nello scantinato di un bar di Nettuno. Lì ha subito sia violenze fisiche che verbali costringendolo a contattare degli amici per riuscire a restituire il prestito.

Proprio mentre veniva condotto ad un appuntamento con una amico, l’uomo ha sfruttato un’attimo di distrazione ed è fuggito via andando a denunciare tutto alle forze dell’ordine di Roma. A seguito delle relative indagini, alcuni uomini sono stati arrestati mentre altri costretti all’obbligo di dimora nel comune di Nettuno.