Ottaviano (Napoli): confessa l’uomo che ha ucciso la donna trovata morta in bagno

Avrebbe ammesso le sue responsabilità dopo una notte nella quale ha subito un lungo interrogatorio. La donna ha sbattuto la nuca contro il water

0
134

Dopo una notte di interrogatorio, ha confessato l’uomo accusato di aver ucciso la donna di 54 anni trovata morta in bagno nella sua abitazione ad Ottaviano, in provincia di Napoli. I due avrebbero litigato e l’uomo l’avrebbe spinta facendole sbattere la nuca nel water, dopodiché si sarebbe allontanato senza chiamare i soccorsi.

Stando a quanto riportato dagli organi di stampa, pare che l’uomo sia crollato dopo un lungo interrogatorio al culmine del quale ha ammesso le sue colpe. E’ stato lui a spingere la compagnia di 54 anni facendole sbattere la testa nel water e scappando subito dopo il terribile incidente.

Il fatto era accaduto in un’abitazione situata in via Don Minzoni ad Ottaviano, nel napoletano. Dopo la confessione, il 35 enne residente del posto, è stato portato nel carcere di Poggioreale. Si concludono quindi le indagini riguardo questa triste vicenda.