Processo Mediatrade: la Corte d’Appello condanna Pier Silvio Berlusconi e Confalonieri

La Corte d'Appello di Milano ha ribaltato la sentenza di primo grado condannando Fedele Confalonieri e Pier Silvio Berlusconi alla reclusione di un anno e due mesi atteso che sono stati ritenuti colpevoli di frode fiscale.

0
192

Nella giornata di oggi la Corte d’Appello di Milano ha deciso di ribaltare la sentenza di primo grado arrivando a condannare sia Fedele Confalonieri che Pier Silvio Berlusconi alla reclusione di un anno e due mesi ritenendoli colpevoli di frode fiscale sui diritti televisivi in merito al processo Mediatrade.

Entrando più nello specifico, siamo in grado di dirvi che la sentenza emessa dalla Corte d’Appello ha modificato solamente in parte il provvedimento di primo grado in quanto ha ritenuto Confalonieri e Pier Silvio Berlusconi colpevoli solo in relazione al 2007.

In relazione invece all’anno 2006 è intervenuta la prescrizione, mentre per il 2008 è arrivata una pronuncia di assoluzione atteso che il fatto contestato non è più previsto come reato. Va precisato comunque che la pena di un anno e due mesi è stata comunque sospesa e la Corte ha anche disposto la non menzione.