Genova: poliziotto uccide la moglie e i suoi due figli di 10 e 14 anni, poi si suicida

Il gravissimo fatto di cronaca è avvenuto in nottata, l'uomo avrebbe ucciso i famigliari dopodiché, in mattinata, avrebbe chiamato i colleghi per avvertirli e si sarebbe suicidato

0
858

Ha ucciso moglie e figli, poi ha chiamato i colleghi e si è tolto la vita. E’ questo in sintesi quanto accaduto questa notte nel quartiere di Cornigliano a Genova. L’agente di polizia Mauro Agrosi ha sparato alla moglie e ai due figlioletti di 10 e 14 anni, dopodiché si sarebbe tolto la vita.

Le informazioni che giungono dalle agenzie di stampa raccontano di una chiamata ai colleghi arrivata all’alba di questa mattina. Mauro Agrosi ha raccontato di aver ucciso la moglie e i suoi due figli nel loro appartamento situato nel quartiere di Cornigliano a Genova, ha chiesto agli agenti di intervenire e che gli avrebbe lasciato la porta aperta.

Pare che appena ha sentito i colleghi giungere all’interno dell’abitazione, Mauro Agrosi si è tolto la vita. L’uomo ha lasciato una lettera nella quale parla di “problemi insormontabili” e di come ha preferito portare la sua famiglia con sé piuttosto che lasciarla qui senza di lui. Nessuno dei colleghi o i vicini si era mai accorto di problemi di depressione per il 49 enne.