Parity rate o best price, il Senato vieterà queste clausole con il ddl concorrenza?

La X Commissione del Senato voterà a breve l'articolo 50 del ddl concorrenza che prevede di mettere un freno alle clausole parity rate o best price, considerate lesive della concorrenza e dei diritti dei consumatori.

0
253

Stando alle informazioni che sono trapelate in rete nelle ultimissime ore, pare che la X Commissione del Senato sia pronta a votare l’articolo 50 del ddl concorrenza che prevede un freno alle cosiddette clausole parity rate o best price.

La clausole parity rate o best price sono imposte normalmente dai grandi portali in cui possono essere effettuate le prenotazioni delle camere di Hotel al fine di evitare che una singola struttura alberghiera possa proporre sul proprio sito un’offerta ancora più conveniente di quella pubblicata sui portali stessi.

Tali clausole sono però considerate lesive della concorrenza e, soprattutto, degli interessi dei consumatori. Per questo motivo, da più parti è stato sollecitato l’intervento del Parlamento che con l’art. 50 potrebbe riuscire, con ogni probabilità, ad eliminare o, comunque, ridurre drasticamente il problema. Staremo a vedere.