Il fuciliere della marina Salvatore Girone è tornato in Italia

Il fuciliere della marina Salvatore Girone è tornato in Italia dopo essere rimasto per quattro anni in India. Ad attenderlo la famiglia e le autorità italiane al gran completo.

0
290

Dopo quattro lunghissimi anni di passione, il fuciliere della marina Salvatore Girone è riuscito a lasciare l’India, località in cui era obbligato a rimanere a causa del processo in corso per l’uccisione di due pescatori indiani, e fare ritorno in Italia.

Girone è sbarcato in Italia nel tardo pomeriggio con un volo che è atterrato a Roma, presso l’aeroporto di Ciampino. Ad attendere il marò, oltre alla famiglia, c’erano, tra gli altri, anche Paolo Gentiloni (Ministro degli Esteri), Roberta Pinotti (Ministro della Difesa), Antonio Decaro (Sindaco di Bari).

Girone è accusato insieme al collega Latorre di aver ucciso due pescatori indiani scambiandoli per pirati mentre si trovavano in missione su un mercantile italiano. Il militare si dovrà ora difendere dalle accuse, ma potrà farlo dall’Italia, accanto a sua moglie Vania Ardito e ai suoi due figli.